“I Lubavich e i potenti del mondo” ~ Invito alla lettura

Articolo di don Curzio Nitoglia (vedi fonte originale) Invito alla lettura: CURZIO NITOGLIA I LUBAVICHE I POTENTI DEL MONDO (TRUMP, PUTIN E IL DEEP STATE …) PROCENO, EFFEDIEFFE, 2021 Prologo Le Edizioni Effedieffe hanno appena pubblicato (gennaio 2021) il libro di Curzio Nitoglia, intitolato I Lubavich e i potenti del mondo (210 pagine, 16 euro1). Storia e …

Leggi tutto “I Lubavich e i potenti del mondo” ~ Invito alla lettura

Fedeli in fuga? Tocca al principe del marketing spiegare ai vescovi il valore della «tradizione»

Articolo di Julio Loredo dal Timone (qui originale) Pochi Paesi hanno sofferto tanto le conseguenze della crisi post-conciliare come il Brasile, dove il numero di cattolici è calato del 35% negli ultimi trent’anni. Qualche anno fa, preoccupati con l’emorragia di fedeli, i vescovi brasiliani hanno arruolato un’importante azienda di marketing, l’ALMAP, il cui presidente, Alex …

Leggi tutto Fedeli in fuga? Tocca al principe del marketing spiegare ai vescovi il valore della «tradizione»

En Grege Relicto. Mons. Viganò Commenta il Presepe di San Pietro.

Fonte: https://www.marcotosatti.com/2020/12/23/en-grege-relicto-mons-vigano-commenta-il-presepe-di-san-pietro/ Marco Tosatti Cari amici e nemici di Stilum Curiae, l’arcivescovo Carlo Maria Viganò ci ha inviato queste considerazioni sul Presepe di San Pietro, che tanto stupore ha destato in chi lo ha visto. Buona lettura.   §§§ EN GREGE RELICTO Considerazioni sul presepe in Piazza San Pietro Al centro di Piazza San Pietro troneggia …

Leggi tutto En Grege Relicto. Mons. Viganò Commenta il Presepe di San Pietro.

20 settembre 1870: 150 anni dalla breccia di Porta Pia – di Giovanni Turco

Gli avvenimenti che si condensano nella difesa e nella conquista delle ultime province dello Stato pontificio nel settembre del 1870 trovano nella Cronaca contemporanea della «La Civiltà Cattolica» una testimonianza attenta e puntuale. Vi si incontrano resoconti circostanziati, frutto di un quadro informativo in prevalenza attinto sul campo, oltre che da uno spoglio selettivo della stampa periodica. Questi, essendo non meno degli articoli impegnativi della reputazione della Rivista, presuppongono un vaglio ed una ponderazione che ne rendono viepiù rilevante il contributo documentario.

Il Papa che supplicava la riparazione dei peccati

Le Encicliche del papa Pio XI (1857-1939) sono meravigliose. Hanno un linguaggio diretto, limpido, sono chiarissime e hanno il grande privilegio di essere brevi. In poche pagine dicono tutto. Oggi le Encicliche papali sono complicate, lunghe, verbose, probabilmente quasi nessuno le legge. E non si può dire che le Encicliche dei Papi del passato siano superate, perché si tratta di Magistero ordinario della Chiesa, hanno quindi un valore perenne.

Leggendo le Encicliche del suddetto Papa, mi sono imbattuto in un documento che parla della riparazione dei peccati. Si tratta della Miserentissimus Redemptor (Misericordiosissimo Redentore), del 1928.